Contatti
 
Segui il Dott. Di Bella su Facebook Segui il Dott. Di Bella su Twitter Segui il Dott. Di Bella su g+ Segui il Dott. Di Bella su RSS
ESOFAGO
ESOFAGITE DA REFLUSSO
ESOFAGO DI BARRETT
CANCRO DELL' ESOFAGO
ACALASIA
VARICI ESOFAGEE
ERNIA IATALE
MALATTIA DA REFLUSSO GASTROESOFAGEO
SINDROME DI MALLORY WEISS
FEGATO
EPATITI VIRALI
EPATITI DA FARMACI
EPATITI ALCOLICHE
STEATOSI
CIRROSI EPATICA
IPERTENSIONE PORTALE
INTESTINO, COLON, ANO
CANCRO DEL COLON
SINDROME DEL COLON IRRITABILE
DIARREA
DIVERTICOLOSI E DIVERTICOLITE
EMORROIDI
ASCESSI E FISTOLE
MORBO DI CROHN
POLIPI DEL COLON
RAGADE ANALE
RETTOCOLITE ULCEROSA
STIPSI
STOMACO
CANCRO GASTRICO
DISPEPSIA
GASTRITE
GASTRITE DA HELICOBACTER PYLORI
TUMORI BENIGNI
ULCERA PEPTICA
FEGATO: TUMORI EPATICI BENIGNI
ADENOMA
ANGIOMA
CISTI
IPERPLASIA NODULARE FOCALE
FEGATO: TUMORI EPATICI MALIGNI
EPATOCARCINOMA
METASTASI
COLECISTI
ADENOMIOMA
CALCOLOSI DELLA COLECISTI
PANCREAS
PANCREATITI ACUTE
PANCREATITE CRONICA
TUMORI DEL PANCREAS
SEI IN: HOMEPAGE - PATOLOGIE - CIRROSI EPATICA

CIRROSI EPATICA

DEFINIZIONE

E’ una malattia caratterizzata da una alterazione della struttura normale del fegato per la presenza di: necrosi degli epatociti,  fibrosi connettivale che coinvolge tutta la struttura del fegato rigenerazione tipo nodulare. La conseguenza di queste alterazioni apporta una modificazione della tipica architettura del fegato con l’insorgenza di un ostacolo alla circolazione del sangue, infatti molti spazi in cui originariamente circolava il sangue, vengono occupati da tessuto connettivo, tutto ciò provoca nel tempo un’insufficienza epatica.

CAUSE

Le cause principali di cirrosi epatica sono:

1. Alcool etilico (l’assunzione abbondante e continuativa di alcol)
2. Epatite virali acute e croniche: forme molto gravi di epatite virale possono dare direttamente cirrosi.
3. Cirrosi da stasi biliare:  è una malattia cronica progressiva che si manifesta come difficoltà al deflusso della bile a livello delle fini vie biliari intraepatiche. Attualmente è stato dimostrato che si tratta di una malattia di tipo autoimmune ossia l’organismo produce anticorpi che attaccano i propri dotti biliari danneggiandoli; molto probabilmente il meccanismo è scatenato da un’epatite insorta tempo prima ma non riconosciuta a causa della scarsissima sintomatologia clinica. Nella casistica le donne sembrano essere colpite 10 volte di più rispetto agli uomini e la fascia d’età è quella compresa fra i 35 e i 60 anni.

4. Cause circolatorie:  la causa più comune di questa varietà è lo scompenso cardiaco congestizio, in questo caso si verifica una stasi venosa a livello di tutta la grande circolazione con conseguente interessamento anche delle vene sovraepatiche ciò provoca ristagno di sangue nel fegato con danno inevitabile agli epatociti. Tale ristagno si verifica anche nella sindrome di Budd-Chiari dove si verifica una trombosi delle vene sovraepatiche più spesso causata da tumori che comprimono tali vene.
5. Cause metaboliche: alcune di queste colpiscono i neonati e i bambini piccoli come nel caso della Galattosemia in cui si riscontra un deficit congenito di un enzima che deve convertire il galattosio in glucosio; le varie forme di Glicogenosi in cui si nota carenza degli enzimi deputati alla trasformazione del glicogeno assunto con i cibi.

GENERALITA’

SINTOMATOLOGIA:  la malattia ha un esordio lento e progressivo: astenia, inappetenza, pesantezza epigastrica dopo i pasti e una sensazione di tensione addominale. Un altro sintomo che può apparire precocemente è la comparsa di edemi alle caviglie soprattutto nelle ore serali. Nelle forme più gravi o negli stadi più avanzati , è presente dolore sordo, profondo al fianco destro e nella parte centrale dell’addome accompagnato da un colorito cutaneo itterico non molto intenso, da porpora cutanea cioè da formazioni emorragiche puntiformi diffuse in tutto il corpo per difetto dei fattori di coagulazione ,da un’ edema palmare e dalle dita dalla caratteristica forma a bacchetta di tamburo. 

Abbastanza frequentemente si possono osservare alterazioni a livello degli annessi cutanei per alterazione endocrina: gli uomini perdono i peli sul torace, sull’addome, al pube e alle ascelle, manifestando anche un aumento della ghiandola mammaria, le donne invece hanno una sospensione del mestruo ed una riduzione della ghiandola mammaria.

 

DIAGNOSI

La diagnosi di cirrosi dipende da una combinazione di storia clinica, esame fisico del paziente, test di laboratorio, ecografia epatica e spesso da altri esami radiologici o endoscopici ed eventualmente dalla laparoscopia e soprattutto dalla biopsia epatica.

Esami del sangue alterati:
- Anemia in parte dovuta all’ingrossamento della milza che distrugge più globuli rossi
- Aumento soprattutto delle gammaGT e in parte delle altre transaminasi
- Aumento della bilirubina nel sangue
- Diminuzione dell’albumina nel sangue perché questa proteina viene prodotta dal fegato
- Aumento delle gammaGlobuline (anticorpi)
 

Dr. Di Bella Giuseppe Gastroenterologo
Centro di Epatogastroenterologia e Nutrizione
Email: info@studiodibella.net

Riceve in :
Viale Libertà, 85 - 95014 - Giarre (CT)
Tel.: +39 095 7794666

Via Umberto, 217 - 95013 - Fiumefreddo di Sicilia (CT)
Tel.: +39 095 646226

PI 04288190871

Ambulatorio di Gastroenterologia accreditato con il S.S.N. (G.U.R.S. 59 del 21/12/2007)

Codice di accreditamento n° 419000 (G.U.R.S. 56 del 07/12/2006)




Copyright © 2015 All Rights reserved