Contatti
 
Segui il Dott. Di Bella su Facebook Segui il Dott. Di Bella su Twitter Segui il Dott. Di Bella su g+ Segui il Dott. Di Bella su RSS
ESOFAGO
ESOFAGITE DA REFLUSSO
ESOFAGO DI BARRETT
CANCRO DELL' ESOFAGO
ACALASIA
VARICI ESOFAGEE
ERNIA IATALE
MALATTIA DA REFLUSSO GASTROESOFAGEO
SINDROME DI MALLORY WEISS
FEGATO
EPATITI VIRALI
EPATITI DA FARMACI
EPATITI ALCOLICHE
STEATOSI
CIRROSI EPATICA
IPERTENSIONE PORTALE
INTESTINO, COLON, ANO
CANCRO DEL COLON
SINDROME DEL COLON IRRITABILE
DIARREA
DIVERTICOLOSI E DIVERTICOLITE
EMORROIDI
ASCESSI E FISTOLE
MORBO DI CROHN
POLIPI DEL COLON
RAGADE ANALE
RETTOCOLITE ULCEROSA
STIPSI
STOMACO
CANCRO GASTRICO
DISPEPSIA
GASTRITE
GASTRITE DA HELICOBACTER PYLORI
TUMORI BENIGNI
ULCERA PEPTICA
FEGATO: TUMORI EPATICI BENIGNI
ADENOMA
ANGIOMA
CISTI
IPERPLASIA NODULARE FOCALE
FEGATO: TUMORI EPATICI MALIGNI
EPATOCARCINOMA
METASTASI
COLECISTI
ADENOMIOMA
CALCOLOSI DELLA COLECISTI
PANCREAS
PANCREATITI ACUTE
PANCREATITE CRONICA
TUMORI DEL PANCREAS
SEI IN: HOMEPAGE - PATOLOGIE - ESOFAGO DI BARRETT

ESOFAGO DI BARRETT

DEFINIZIONE -- Per esofago di Barrett s’ intende una zona di epitelio colonnare di almeno 2 cm. di lunghezza, situata nell’ esofago a monte del LES (sfintere esofageo inferiore).

CAUSE -- Quasi sempre dovuto a reflusso gastro-esofageo grave con distruzione dell'epitelio squamoso e sostituzione con epitelio colonnare più resistente all’acido refluito.  Nella eziopatogenesi è importante il reflusso di tipo alcalino biliare significativamente più presente nei pazienti con MRGE e Barrett rispetto a quelli con solo MRGE.

GENERALITA’ -- L' esofago di Barrett è frequentemente associato ad adenocarcinoma con incidenza 30-50 vol­te superiore rispetto ai soggetti non portatori di esofago di Barrett. L'ulteriore reflusso sull'epitelio colonnare provoca dapprima una displasia lieve con evoluzione a displasia moderata e grave e sovrapposizione di carcinoma in situ ed in seguito diffuso. 

DIAGNOSI  -- La diagnosi è basata essenzialmente sul reperto istologico-bioptico in quanto il solo esame endoscopico non è in grado di confermare né di escludere con certezza tale condizione, soprattutto in presenza di infiammazione esofagea. I sintomi dell'Esofago di Barrett sono gli stessi della malattia da reflusso gastroesofageo, in quanto la trasformazione (metaplasia) dell'epitelio mucoso non da disturbi specifici.  Essi sono:

1. Dolore al petto, irradiato posteriormente o alle spalle che può simulare una sintomatologia cardiaca.

2. Bruciore (pirosi) al petto (in regione retrosternale).

3. Sensazione di difficoltà a deglutire non dolorosa (disfagia): per restringimento del lume (per cibi solidi, poi semisolidi e poi liquidi) oppure per incoordinazione motoria della deglutizione (disturbi motori esofagei).

4. Deglutizione dolorosa (odinofagia).

5. Rigurgito: contenuto gastrico o esofageo si ritrova in cavità orale  

Dr. Di Bella Giuseppe Gastroenterologo
Centro di Epatogastroenterologia e Nutrizione
Email: info@studiodibella.net

Riceve in :
Viale Libertà, 85 - 95014 - Giarre (CT)
Tel.: +39 095 7794666

Via Umberto, 217 - 95013 - Fiumefreddo di Sicilia (CT)
Tel.: +39 095 646226

PI 04288190871

Ambulatorio di Gastroenterologia accreditato con il S.S.N. (G.U.R.S. 59 del 21/12/2007)

Codice di accreditamento n° 419000 (G.U.R.S. 56 del 07/12/2006)




Copyright © 2015 All Rights reserved