Contatti
 
Segui il Dott. Di Bella su Facebook Segui il Dott. Di Bella su Twitter Segui il Dott. Di Bella su g+ Segui il Dott. Di Bella su RSS
ESOFAGO
ESOFAGITE DA REFLUSSO
ESOFAGO DI BARRETT
CANCRO DELL' ESOFAGO
ACALASIA
VARICI ESOFAGEE
ERNIA IATALE
MALATTIA DA REFLUSSO GASTROESOFAGEO
SINDROME DI MALLORY WEISS
FEGATO
EPATITI VIRALI
EPATITI DA FARMACI
EPATITI ALCOLICHE
STEATOSI
CIRROSI EPATICA
IPERTENSIONE PORTALE
INTESTINO, COLON, ANO
CANCRO DEL COLON
SINDROME DEL COLON IRRITABILE
DIARREA
DIVERTICOLOSI E DIVERTICOLITE
EMORROIDI
ASCESSI E FISTOLE
MORBO DI CROHN
POLIPI DEL COLON
RAGADE ANALE
RETTOCOLITE ULCEROSA
STIPSI
STOMACO
CANCRO GASTRICO
DISPEPSIA
GASTRITE
GASTRITE DA HELICOBACTER PYLORI
TUMORI BENIGNI
ULCERA PEPTICA
FEGATO: TUMORI EPATICI BENIGNI
ADENOMA
ANGIOMA
CISTI
IPERPLASIA NODULARE FOCALE
FEGATO: TUMORI EPATICI MALIGNI
EPATOCARCINOMA
METASTASI
COLECISTI
ADENOMIOMA
CALCOLOSI DELLA COLECISTI
PANCREAS
PANCREATITI ACUTE
PANCREATITE CRONICA
TUMORI DEL PANCREAS
SEI IN: HOMEPAGE - PATOLOGIE - STIPSI

La stitichezza 

Definizione

Si parla di stipsi quando la defecazione avviene con una frequenza inferiore a tre volte la settimana.

Generalità

I movimenti intestinali e la defecazione sono regolati anche dalla dieta. La dieta normale in ognuno di noi include dai 12 ai 15 grammi di fibra per giorno, anche se sono raccomandati dai 25 ai 30 grammi di fibre e circa due litri di acqua al giorno per assicurare il normale movimento intestinale.
 

Terapia - La maggioranza delle persone con stipsi è trattata con successo, solo aggiungendo alimenti ad alto contenuto in fibra, come crusca, legumi, frutta, vegetali ed includendo l'ingestione di una discreta quantità di acqua.

Affinché si raggiunga un risultato ottimale, l'uso delle fibre vegetali deve essere protratto per molte settimane, anche mesi, con il vantaggio di non essere dannose né di creare l'abitudine, come invece fanno molti lassativi irritanti.
 

Cause

Un inadeguato apporto di fibre ed acqua, una vita sedentaria e variazioni ambientali. La stipsi può essere accentuata durante un lungo viaggio, nel periodo della gravidanza o da cambiamenti nel regime dietetico. In certe persone può anche essere causato dal rimandare ripetutamente l'atto della defecazione.
Le cause più serie di stipsi inclusi la crescita di neoformazioni o di restringimenti all'interno del grosso intestino.

La stipsi è, se pur raramente, un sintomo di sclerodermia, lupus, disordini del sistema nervoso od endocrino, incluso le malattie tiroidee, la sclerosi multipla, il morbo di Parkinson, i traumi da midollo spinale.

Molti farmaci di uso comune possono causare o peggiorare la stipsi; tra questi includiamo: antidepressivi, tranquillanti e altre medicine psichiatriche, anti-ipertensivi, farmaci che contengono ferro e alluminio, come negli antiacidi.

Diagnosi

La stipsi può essere causata da molti fattori, ma è molto importante identificarli, in quanto ogni causa ha un trattamento specifico.

L'esplorazione digitale della zona ano-rettale è, solitamente, il primo ed importante passo. E' relativamente semplice e può essere un indizio probante a scoprire la causa.
L'indagine endoscopica del grosso intestino (Colonscopia) o lo studio radiologico, mediante Rx-Clisma opaco, escludono la presenza di patologie più gravi che determinano stipsi, come polipi, tumori e la malattia diverticolare del colon.
Lo studio del tempo di transito intestinale: il paziente viene invitato ad ingerire alcune capsule, contenenti markers radiopachi, che vengono evidenziate nelle radiografie eseguite nei giorni successivi, al fine di determinare l'eventuale esistenza di rallentamenti nell'attività muscolare della parete intestinale.
Specifici esami indagano la fisiologia della zona ano-rettale. Questi esami possono includere la valutazione dei riflessi della muscolatura dell'area ano-rettale, che condizionano l'atto della defecazione (Manometria Ano-Rettale - si usa un piccolo catetere di plastica), o una radiografia per valutare la funzione della giunzione ano-rettale durante la defecazione (Rx-Defecografia).  In molti casi, però, non si riesce ad identificare alcuna causa, sia anatomica che funzionale e il problema della stipsi rimane irrisolto e viene definita "idiopatica".

    

Dr. Di Bella Giuseppe Gastroenterologo
Centro di Epatogastroenterologia e Nutrizione
Email: info@studiodibella.net

Riceve in :
Viale Libertà, 85 - 95014 - Giarre (CT)
Tel.: +39 095 7794666

Via Umberto, 217 - 95013 - Fiumefreddo di Sicilia (CT)
Tel.: +39 095 646226

PI 04288190871

Ambulatorio di Gastroenterologia accreditato con il S.S.N. (G.U.R.S. 59 del 21/12/2007)

Codice di accreditamento n° 419000 (G.U.R.S. 56 del 07/12/2006)




Copyright © 2015 All Rights reserved